In attesa del film, gustiamoci il libro: Eleanor Oliphant sta benissimo

Salve a tutti! Sarà che è una mia omonima, sarà che per certi versi mi ci sono ritrovata ma questo Eleanor Oliphant sta benissimo è diventato immediatamente uno dei miei libri preferiti.Post Spoiler Free

Protagonista indiscussa del libro, come dice il titolo, è Eleanor: una ragazza sui trent’anni. Intelligente, non bella e non brutta, una che fa il suo lavoro e non pensa ad altro. Molto sola però. E attorno a questa solitudine ruota tutto il libro: dapprima una solitudine cercata e voluta, poi una di quelle che ti si attacca addosso e difficilmente la cacci via, infine una solitudine equilibrata, mischiata insieme a momenti di tenerezza e affetta con persone gentili e buone e poi sul finale chi lo sa. Già perché in maniera molto fastidiosa Gail Honeyman ci lascia col fiato sospeso: quando ormai ci siamo affezionati a Eleanor e vogliamo sapere di più delle sue vicende, vogliamo seguire il processo di cambiamento; ecco che il libro finisce. Con somma, immensa tristezza e dispiacere. (Gail Honeyman? Voglio un seguito!!)

Ed in effetti, era tempo immemore che non ricordavo di essermi affezionata tanto ad un personaggio (l’ultima volta, forse, era stato con Tutto ciò che sono di Anna Funder) e questo dev’essere dovuto anche alla maestria con cui il libro è costruito: ogni capitolo si chiude con una sorta di cliffhanger che non ti permette di staccarti e ci sono i giusti salti temporali che fanno proseguire la storia senza che ci si annoi o restino tempi morti. Questo è assicurato: non vi staccherete da questo libro fino a quando non l’avrete finito. Io ci ho messo tre serate. Purtroppo tocca lavorare. altrimenti mi sarei volentieri chiusa in casa in compagnia della mia omonima.

Non mi stupisce quindi la risonanza mondiale che ha avuto questo capolavoro editoriale. Difatti, è già in programma l’uscita del film e sto immaginando chi potrebbe essere l’attrice ideale. Anche perché dell’aspetto di Eleanor non sappiamo quasi nulla: non è su quello che è posto il focus, piuttosto è sul suo stato emotivo. L’autrice ci dice solo che ha una cicatrice sulla guancia, capelli lunghi fino alla vita (prima di tagliarli facendo anche una frangia) e che porta su per giù una 40.

A questo punto, quale potrebbe essere l’attrice ideale per interpretarla?

Io sono una fan di Sandra Bullock ma è fuori età, potrebbe essere Emma Stone, Reese Whiterspoon, oppure Natalie Portman… Perché non Emma Watson? Io tifo per lei! E voi?

Un saluto,

Eleonora

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: